A.M.A.T.I. Project

Alimentazione, Movimento, Autocontrollo, Trattamento, Interdisciplinarità

20 settembre 2013 - San Nicolo’ a Tordino (TE)

21 settembre 2013 - Giulianova (TE) e Mosciano Sant’Angelo (TE)

ECM rivolto a Medici, Dietisti ed Infermieri

Scopo del progetto è quello di promuovere il team working fra le diverse figure professionali che possono interfacciarsi con il paziente con problematiche metaboliche, al fine di attuare una strategia complessiva, da esportare a livello nazionale, che tenga conto dell’aspetto alimentare, motorio, dell’autodiagnosi, dell’approccio terapeutico e della necessaria interazione fra professionisti, al fine di stimolare nell'utente la consapevolezza della componente positiva indotta da un approccio multifattoriale.

I metodi didattici faranno ampio ricorso ad esperienze pratiche (esercitazioni, team working, descrizione di casi), nella convinzione che l’apprendimento possa risultare soddisfacente solo se supportato da una componente pratica efficace, nella direzione del “saper fare”.

A tale proposito il corso sarà caratterizzato dalla predominanza di insegnamenti di tipo pratico, con coinvolgimento diretto dei partecipanti.

Il programma didattico sarà suddiviso in tre blocchi distinti dove i corsisti, al fine di favorire interdisciplinarità e team working, svilupperanno un percorso di tipo alimentare, uno di tipo motorio ed uno relativo all'approccio terapeutico.

Video ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO Dr. De Bernardinis, Resp. Discipline Mediche, Direttore UOSVD Giulianova (TE)

Video DIETA MEDITERRANEA, SESSIONE PRATICA, Prof. FatatiDirettore della Struttura Complessa di  Diabetologia, Dietologia  e Nutrizione clinica dell'Azienda S. Maria di Terni. Presidente Fondazione ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica 

POST SISMA: DIVERSE FIGURE PROFESSIONALI A CONFRONTO A L'AQUILA

è in evoluzione il progetto portato da ALBA, Ordine Medici L’Aquila e AMFE Onlus lo scorso 1 settembre a Cento (FE), (foto Emilia 1 settembre) dove con medici e popolazione, in due diverse sessioni, si sono poste le basi per meglio comprendere gli interventi di effettiva necessità nel post sisma. 

Relativamente all’approccio medico, ci è resi conto che questo, per essere efficace, deve essere interdisciplinare e, se possibile, interprofessionale.

A tale proposito, durante il corso del 20 aprile a L'Aquila si prenderanno in esame le modalità di intervento in una situazione post sisma, mettendo a confronto e simulando le possibilità pratiche di interazione fra Medici di Medicina Generale (Ordine Medici AQ, AMFE Onlus),  Infermieri, Psicologi e realtà operative, quali Protezione Civile (nazionale  e locale), nonché Associazioni, sia quelle strutturate di volontario (ANA, Ass. ne nazionale Alpini), che quelle presenti sul territorio  (ALBA, Ass. ne Lifestyle, Benessere e Alimentazione).

Attraverso sessioni di role playing, si valuteranno le potenzialità di problem solving del team professionale costituito da Medico di Famiglia, Infermiere di Famiglia e personale di supporto con esperienza nel campo specifico delle cure primarie, non tralasciando il ruolo di collegamento con la popolazione svolto dalle associazioni. L’intervento dovrà quindi avvenire raccordandosi con le diverse figure professionali, la Protezione Civile nazionale, le Associazioni ed il Volontariato (organizzato e spontaneo). Estrema attenzione dovrà infine essere riservata alla armonizzazione e dislocazione delle strutture di intervento medico sul territorio, al fine di evitare sovrapposizioni e ritardi nella macchina della gestione del post sisma e del pos catastrofe in generalecatastrofe.

 

Parteciperanno all’evento:

Area Intervento

Protezione civile nazionale, Federico Federighi, Dirigente Servizio Emergenza Sanitaria  

Area Associazioni

ANA, Antonio Ciallella, Coordinatore Protezione Civile ANA Abruzzi

ALBA, Nicoletta Proietti, Responsabile comunicazione istituzionale

Area Medica

AMFE Onlus

il presidente, Domenico Barbati, Vito Albano, referente Abruzzo, Paolo Evangelista e Giuseppe Disclafani

Ordine Medici AQ e UNIVAQ

Maurizio Ortu, Presidente Ordine e Massimo Casacchia, Direttore Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura

 

 

Riferimenti:

  1. Dossier formativo post catastrofe e coordinamento generale, Francesco Fagnani
  2. AMFE Onlus, ass. ne Medici di Famiglia volontari per le Emergenza, Domenico Barbati

 

 

 

Luogo e data Sabato 20 aprile, Centro Servizi per il Volontariato, CSVAQ, ore 9 - 17

Titolo LA GESTIONE INTERDISCIPLINARE DEL POST SISMA

PROGRAMMA , LOCANDINA

 

Informazioni aggiuntive